PERGOLE

Installare una pergola vuol dire valorizzare gli spazi esterni tutto l’anno, non solo in estate, rendendoli un’estensione di quelli interni, vivibili in ogni situazione climatica. Le pergole servono sia ad ombreggiare sia a proteggere gli spazi aperti dagli agenti atmosferici. Possono essere sia autoportanti sia addossate.

Le autoportanti sono sostenute da 4 pali, rimangono in piedi da sole; quelle addossate di appoggiano su 2 pali e su una struttura preesistente che farà da sostegno. Queste ultime hanno una serie di vantaggi: hanno una grande versatilità potendo essere installate in ogni situazione esterna e su qualsiasi tipo di edificio; occupano poco spazio non avendo bisogno di pilastri autoportanti; sono semplici da istallare e non c’è bisogno di alcun permesso comunale poiché non aumenta la cubatura dell’abitazione e non è una struttura permanente; possono essere chiuse per creare una stanza esterna con pratici sistemi di chiusura laterale così da creare un vero e proprio spazio living all’aria aperta godibile sia d’estate che d’inverno.

Oltre alle pergole con la parte superiore fissa esistono quelle bioclimatiche che sono caratterizzate dalla presenza di lamelle orientabili: si chiudono completamente in caso di pioggia oppure con una leggera pendenza creano una piacevole brezza e bloccano la luce diretta del sole. Il vantaggio delle pergole bioclimatiche è il non doversi preoccupare delle condizioni climatiche esterne.

Tutti i comfort e gli automatismi delle pergole

Per migliorare ulteriormente il comfort si possono installare integrate tecnologie come l’automazione completa del funzionamento delle lamelle orientabili, l’isolamento perimetrale con l’inserimento di guarnizioni in ogni singola lamella per impedire totalmente il passaggio di acqua, vento e insetti, illuminazione a led personalizzata e chiusure laterali per proteggere da vento, pioggia e polvere.

Disponibili in svariate configurazioni dal design essenziale o moderno. Con gli automatismi la pergola si autoregola in caso di vento forte, pioggia o neve per garantirvi il massimo comfort senza dovervi preoccupare delle condizioni meteo. Ultimo ma sicuramente non meno importante, le pergole bioclimatiche sono incluse nelle detrazioni fiscali come schermatura solare e potrete detrarre il 50% della spesa in 10 anni.

Tende Tecniche

Un elemento fondamentale per il tuo comfort abitativo e lavorativo è l’intensità della luce solare che filtra nella tua abitazione o nel tuo ufficio. Riuscire a gestirla è un fattore che incide in maniera positiva sia sul tuo benessere che sul risparmio energetico. Le tende tecniche, oltre a svolgere questa funzione, riparano dal sole, proteggono la tua privacy e lo fanno in modo elegante e funzionale e, a differenza dei tendaggi tradizionali, accumulano meno polvere e allergeni.

I vetri dei serramenti agiscono in modo diverso a seconda del tipo di radiazione che li colpisce e possono causare fenomeni di riflessione (quantità di radiazione totale che viene riflessa dal vetro), di trasmissione (la porzione di radiazione solare trasmessa attraverso il vetro), emissione (la parte di energia solare che viene ceduta nell’ambiente) e assorbimento (la porzione di energia solare assorbita dal vetro che verrà poi ceduta per emissione nell’ambiente).

C’è un’attenzione sempre crescente nei confronti del risparmio energetico e questo ha portato allo studio ed alla realizzazione di vetrate sempre più isolanti, migliorandone la trasmittanza termica, ma questo non ha coinciso con un’efficienza in termini di controllo dei raggi solari per l’abbagliamento diretto e la massimizzazione della resa luminosa. Le tende tecniche sopperiscono proprio a questa lacuna.

Quali tipi di tende tecniche esistono?

Si dividono in due grandi categorie: quelle da esterno e quelle da interno. Le prime possono essere alla veneziana oppure a caduta avvolgibile. Di quelle da esterno fanno parte le tende a rullo, le tende plissettate, le tende alla veneziana, le tende a pannello oppure le tendine veneziane posizionate all’interno della vetrocamera. Delta Porte è un Mottura Point, azienda leader del settore. Potrete scegliere tra una vasta gamma di soluzioni e di tessuti, coprenti o filtranti.

PORTE INTERNE

Le porte interne sono sempre più un complemento d’arredo. Sono le protagoniste della vostra abitazione, ne completano l’estetica. A volte basta cambiarle per modificare completamente lo stile di tutto l’insieme. Devono avere due caratteristiche fondamentali: la funzionalità e la bellezza. Le porte servono a separare un ambiente da un altro ma anche per attutire i rumori che provengono dalle altre stanze, donano privacy e aggiungono dettagli estetici agli ambienti.

Nel corso degli ultimi 20 anni il mondo delle porte interne si è ampliato in modo esponenziale sia dal punto di vista dei modelli e della scelta delle finiture sia dal punto di vista delle soluzioni d’apertura. Gli spazi nelle abitazioni cambiano e hanno bisogno di porte interne che rispecchino queste nuove esigenze abitative.

Porte interne Torino

Tutte le tipologie di porte interne

Le porte interne a battente sono le più tradizionali, a una o due ante. Le porte interne scorrevoli interno muro sono ideali se si dispone di poco spazio in quanto l’anta scorre all’interno di un controtelaio incassato nel muro (cassonetto). Ovviamente bisogna apportare modifiche sostanziali in quanto sarà necessario sostituire un pezzo di muro con il cassonetto. Fino a qualche anno fa esistevano solo i classici cassonetti all’interno dei quali la porta interna dovrà essere rifinita dal telaio e dai coprifili.

Ultimamente, per andare incontro ad una tendenza sempre più minimalista, c’è la possibilità di rendere anche questa soluzione d’apertura molto moderna usando i cassonetti raso muro i quali, venendo completamente intonacati, permettono alla porta interna di non avere più bisogno né del telaio né dei coprifili. In pratica l’effetto visivo sarà proprio di vedere la porta interna che scorre all’interno del muro.

Questa soluzione scorrevole è in abbinamento alle porte interne a battente raso muro, porte anch’esse prive di telaio e coprifili in quanto il telaio in alluminio sarà murato risultando a scomparsa e possono essere sia a tirare sia a spingere. Una via di mezzo tra le modernissime porte raso muro e le porte classiche sono le porte interne complanari cioè quel tipo di soluzione che permette un armonioso effetto visivo di complanarità tra l’anta della porta e i suoi coprifili.

Anche in questo caso si possono avere sia a spingere sia a tirare, ma, nel primo caso, l’anta in apertura avrà al massimo una corsa di 90 gradi in quanto andrà necessariamente a sbattere contro il suo telaio. Questa soluzione d’apertura, come d’altronde succede con le porte raso muro, viene abbinata alle cerniere a scomparsa.

Sulle porte normali le cerniere a scomparsa sono generalmente un extra, ma fidatevi, sono l’extra che vale la pena considerare durante la scelta delle vostre nuove porte interne in quanto cambiano completamente l’estetica della porta rendendola più funzionale e più bella esteticamente.

Altra soluzione d’apertura, meno invasiva delle porte scorrevoli interno muro dal punto di vista di opere murarie, sono le porte scorrevoli esterno muro. La porta, in questo caso, scorrerà parallela al muro su appositi binari che potranno essere nascosti da una classica mantovana in legno o in alluminio, potranno essere a vista oppure incassati in una controsoffittatura in cartongesso come nelle soluzioni molte stilose e moderne delle porte vetrate scorrevoli esterno muro oppure a scomparsa come nel sistema Magic.

Infine, le porte interne a libro sono realizzate da due pannelli che si sovrappongono. Sono ideali, come quelle scorrevoli interno muro, se si dispone di poco spazio ma al contrario di quelle non necessitano di opere murarie.

Possono essere a due pannelli di ugual misura, comportando l’ingombro della porta solo da un lato della stanza, sia a pannelli disuguali, che faranno in modo che la porta, quando aperta, ingombrerà metà all’interno della stanza e metà all’esterno, soluzione veramente utile in caso di sgabuzzini molto piccoli in modo da sfruttare quasi totalmente la parte interna della stanza.

Quando scegliete una porta interna dovete informarvi su tutti gli elementi di cui essa è composta: non fermatevi solo all’estetica ma scavate a fondo sulla qualità dei materiali usati per costruirla: l’anta, il telaio, i coprifili, le cerniere, la serratura e le guarnizioni.

Tutti elementi che fanno la differenza sulla durabilità di un prodotto. Dal punto di vista dell’estetica, che le porte si scelgano insieme all’arredamento o si inseriscano successivamente, bisogna trovare un filo conduttore che si armonizzi con l’arredamento, con lo stile e con i colori della vostra abitazione.

Sempre più di moda sono le porte interne fornite solo grezze con una mano di fondo e che verranno successivamente dipinte con la stessa tinta dei muri oppure, nel caso opposto, porte interne che abbiano il compito di “staccare” completamente. Un elemento sempre vincente è quello di coordinare le porte interne allo zoccolino. È d’obbligo, dunque, sceglierle con attenzione. Il nostro fornitore principale di porte interne a Torino è Portedi, gruppo Dierre, una moderna fabbrica di porte interne situata nella prima cintura della città.

Per visionare i modelli e per scoprire le varie offerte vi invitiamo a venirci a trovare nel nostro negozio di porte e serramenti a Torino, in corso Casale 227, dove potrete toccare con mano la qualità di quanto proposto. Qualità presente sia sulle porte interne economiche sia su quelle più pregiate.

Porte interne Torino

 

PORTE INTERNE IN LEGNO MASSICCIO

Queste parole evocano già la sensazione di un legno pregiato, robusto. Ma, che cos’è il “massello” e perché è così ricercato? Non è certo un tipo di albero da cui il legno che abbiamo davanti è stato tagliato.

È un diminutivo di “massa”, per cui il legno massello non è altro che un legno “massiccio”. Parlando di porta interna in legno massiccio facciamo quindi riferimento a quelle porte il cui materiale ha subito pochissime modifiche rispetto alla forma originale. Il legno è stato semplicemente segato, stagionato, essiccato e piallato. Nessuna alterazione a livello strutturale, per preservare così le caratteristiche tipiche del legno: elasticità, resistenza, lunga durata e ottimo isolamento.

Queste caratteristiche hanno la controindicazione di rendere il legno facilmente deformabile ed è proprio questa la proprietà che lo rende il materiale perfetto per l’impiego domestico. È anche un materiale apprezzato per la sua igroscopicità (la sua reazione all’umidità) che assorbe e cede in un ciclo continuo.

Questo scambio avviene con maggior enfasi sopra il 30% di saturazione quindi basterà regolare le tinture così da consentire il miglior funzionamento del legno senza farlo mai gonfiare o essiccare eccessivamente. Non da meno sono le doti estetiche del legno: come tutti i materiali naturali, vivi, pregiati, esso appare elegante, restituisce calore ad ogni ambiente.

Scegliere porte in legno massiccio vuol dire, per prima cosa, avere un prodotto completamente naturale, con tutti i benefici che ne derivano. Non richiede di particolari cure per preservare la sua bellezza. Conserva un aspetto piuttosto compatto e stabilizzato nel corso del tempo e necessita solo di un trattamento antitarlo per evitare che sia attaccato da questi animaletti. Anche le porte interne in legno massiccio sono disponibili in tutte le soluzioni d’apertura.

PORTE IN VETRO

Se piacciono le soluzioni di design una soluzione con stile è certamente la porta in vetro, al di là della struttura e della tipologia d’apertura. Questo materiale raffinato occupa un posto di eccellenza fra le tante finiture per la casa e per un serie di altri motivi.

Più luce. Essa permette alla luce di attraversare le stanze, illuminando anche gli angoli più bui della casa, donandole un aspetto più accogliente e vitale. Se non ami l’effetto trasparente del tutto verto si può scegliere tra vetri satinati, sabbiati o elegantissimi vetri laccati. La luce del sole filtrerà comunque da stanza a stanza e potrai preservare la necessaria privacy.

Più Spazio. Quando possibile, non rinunciare alla possibilità di inserire dentro casa un elemento divisorio trasparente. Permetterà di percepire una maggiore profondità. Le porte tutto vetro sono sempre più spesso concepite come oggetti per arredare gli spazi.

Porte in vetro: funzionalità e design

Se una porta interna non vi soddisfa, una porta moderna in vetro dal design ricercato sarà il punto di partenza ideale per una casa raffinata ed al tempo stesso fresca, giovane e di carattere. Con un po’ di coraggio la casa può diventare veramente unica grazie all’uso di vere e proprie pareti vetrate, mobili e fisse.

Oggi la casa è vissuta come un unico grande spazio in cui gli ambienti si susseguono senza soluzione di continuità e dove le divisioni tra le varie stanze sono sempre più concettuali che effettive. Questa concezione, tuttavia, non è priva di difetti.

Primo fra tutti l’impossibilità di limitare la circolazione dei fumi e odori di cottura oppure, in riferimento all’acustica, avere la possibilità di isolarsi senza necessariamente cambiare stanza, anche solo per leggere un libro lontano dal frastuono dei bambini in salotto. Le porte in vetro sono la risposta perfetta a questa esigenza: separare senza mai dividere.

PORTE INTERNE IN LAMINATO

Questa tipologia di porte è frutto di una tecnologia abbastanza recente. Sono porte con un prezzo entry level e hanno molte caratteristiche vantaggiose.

Oltre, ovviamente, il prezzo, si possono scegliere in tantissime finiture dalle più classiche alle più moderne e permettono un abbinamento a qualsiasi tipo di arredamento. È un prodotto che ha saputo evolversi acquisendo livelli di qualità e stile molto alti.

Il nostro fornitore, Dierre, di cui siamo Partner anche per le porte interne, usa un trattamento idrofugo per far sì che le tue nuove porte rimangano belle nel tempo; una protezione importante per proteggerle dagli effetti dell’acqua e dell’umidità. Con i laminati 3D di ultima generazione la tua porta in laminato sembrerà in legno.

Perché scegliere le porte interne in laminato?

Si possono scegliere in qualsiasi soluzione d’apertura: a battente, scorrevoli (sia interno che esterno muro), in intelligenti soluzioni salvaspazio (porte a libro, rototraslanti, ecc.) e in raffinate proposte sia a filo muro che in vetro e alluminio. Cerniere a scomparsa, soluzioni complanari, sia a spingere che a tirare, sono solo alcune delle nostre proposte per le porte interne che puoi venire a visionare nel nostro show room.

Per chi è alla ricerca di porte colorate si potrà sbizzarrire con la vastissima tabella colori NCS. Le porte in laminato presentano una serie di vantaggi: sono resistenti all’usura, hanno un’elevata resistenza ai graffi, agli urti, alle macchie e all’umidità. Inoltre, Delta Porte non propone porte in laminato con telaio e coprifili in MDF ma solamente con il telaio in listellare ed i coprifili in multistrato. Questo aumenta notevolmente il grado d’impermeabilità della porta.

Sono anche molto facili da tenere pulite. Non necessitano di trattamenti particolari e tendono a mantenere inalterato il colore nel tempo. Il nostro consiglio per la pulizia delle porte interne in laminato è di detergerle usando un sapone neutro passando con un panno umido non abrasivo.

PORTE INTERNE LACCATE

Questa tipologia di porte interne presenta una lunga serie di vantaggi. Sono costruite da un pannello di fibre legnose verniciato in infinite colorazioni: la laccatura è un tipo di verniciatura a strati successivi che utilizza vernici poliuretaniche o a base di poliesteri.

Questa tecnica di finitura permette di ottenere un colore compatto e vibrante. Si tratta di una soluzione in grado di adattarsi a qualsiasi tipo e colore di arredo. Possono essere laccate opache o lucide. Queste ultime sono estremamente luminose, perfette per aumentare la percezione dello spazio in ambienti che ricevono poca luce.

L’estetica delle porte interne laccate

La finitura opaca, invece, conferisce alla porta un aspetto solido, compatto, poco appariscente ma di gran classe. Le vernici utilizzate sono di altissima qualità in quanto vanno a ricoprire interamente la superficie della porta e le colorazioni non devono subire alterazioni nel corso del tempo. Si consiglia in ogni caso, per precauzione, l’installazione di questa tipologia di porta interna in ambienti dove i raggi diretti del sole non vadano a colpirla direttamente.

Sono più delicate delle porte in laminato, ma esteticamente rendono gli ambienti molto eleganti e raffinati. Le mani di vernice sono tre, per assicurare uno strato omogeneo e spesso, al fine di non rendere la superficie troppo sensibile e delicata. Per togliere la polvere basterà un piumino delicato da passare sugli stipiti e sulla porta, per le impronte, invece, servirà un panno morbido con pochissimo detersivo non abrasivo. Mai usare ammoniaca, acetone, alcool, creme granulari o pagliette in acciaio.

Questo tipo di trattamento rovinerebbe irrimediabilmente la porta. Per la laccatura lucida è consentito pochissimo detergente neutro diluito con acqua. I pannelli delle porte interne vengono preparati in modo diverso per una laccatura lucida oppure opaca. La finitura lucida ha bisogno di una levigatura ulteriore, tramite carte vetrate a grane sottili (nel lucido), più grezze nell’opaco.

Nelle porte interne laccate lucide, le spazzole in cotone levigano la superficie fino ad ottenere un effetto a specchio davvero piacevole. Le porte interne laccate sono disponibili in qualsiasi soluzione d’apertura.

GRATE DI SICUREZZA E PERSIANE BLINDATE

La grata di sicurezza è una potente barriera fisica, non è solo un deterrente, che impedisce o rallenta drasticamente il ladro, dando così tempo agli organi competenti di intervenire prontamente. È più robusta di una tapparella blindata e non ha bisogno di periodica manutenzione come avviene per gli antifurti e per gli avvolgibili blindati, soprattutto se motorizzati.

Il vantaggio fondamentale è che in caso di emergenza le grate scorrevoli o apribili possono essere rapidamente sbloccate. Ogni forma fisica di sicurezza che non può essere sbloccata è una potenziale trappola mortale e non dovrebbe mai essere considerata in alcun edificio sia esso residenziale che commerciale.

È importante individuare i punti più deboli e più facilmente accessibili del proprio contesto abitativo e conseguentemente scegliere i metodi migliori per proteggerli. Le grate magari sono la soluzione meno armoniosa dal punto di vista estetico ma sono anche quella più efficace.

Grate di sicurezza e persiane blindate: le tipologie

Possono essere di diverse classi antintrusione. Se tenute chiuse hanno una protezione sempre attiva e, al contrario di persiane, tapparelle e serramenti blindati, permettono il passaggio di luce ed aria. Sono deterrenti visivi all’occhio del ladro occasionale che cercherà sicuramente una soluzione più semplice, più veloce e più silenziosa.

Possono essere per finestra o per porta balcone ad 1, 2, 3 o 4 ante con o senza snodo e doppia apertura (interna ed esterna). Possono essere apribili o fisse e, nel caso dell’anta singola o della doppia anta, possono essere costruite sia scorrevoli che scorrevoli a scomparsa.

Se vivete in un contesto abitativo dove sono presenti le persiane e non volete appesantire l’estetica del vano finestra montando, tra il serramento e la persiana, la grata blindata allora la scelta migliore è sostituire la persiana con una blindata. Delta Porte è partner della Steel Project e vi propone 5 soluzioni: Reversa, Multipla, Evolution, Tekna e Multipla Plus.

ZANZARIERE E FRANGISOLE

Sono un accessorio indispensabile per proteggerci da zanzare ed insetti. Prima di scegliere la zanzariera da comprare dovreste capire la differenza delle varie tipologie e, solo a quel punto, optare per quella che si adatta meglio alle vostre esigenze.

Zanzariere: le tipologie principali

Esistono due categorie principali: le zanzariere verticali (per le finestre) e quelle orizzontali (per le porte balconi). Le varie tipologie di zanzariere sono: a rullo, ad incasso, a battente, scorrevoli e plissettata.

Le zanzariere a rullo sono le più comuni e il meccanismo di chiusura si fonda sulla presenza di guide laterali che consentono alla rete di scorrere fluida rendendo questo modello comodo da utilizzare e da pulire. Lo svantaggio è che non si possono montare dappertutto: se avete in casa finestre molto piccole o porte con forme e dimensioni particolari questa non è la giusta soluzione per voi.

Le zanzariere ad incasso sono utili se si ha l’esigenza di integrarla nel monoblocco del serramento nascondendo così alla vista il profilo di alluminio.

Le zanzariere plissettate sono ideali quando avete finestre piccole o porte di passaggio in casa. Sono dotate di una struttura a molla che consente di regolare l’apertura del pannello a seconda delle proprie esigenze.

Quelle a battente sono ideali per chi ha porte balcone che costituiscono punti di passaggio che si affacciano su terrazzi e balconi. Si possono avere ad un’anta o a due ante e la struttura è in alluminio con la rete in fibra di vetro.

Facile da aprire e chiudere è adatta a chi ha cani o gatti in casa perché vi si può applicare anche un’apposita porticina passa gatto. È necessario tenere presente che il prezzo delle zanzariere varia a seconda della scelta del tipo di telaio e di rete.

Per le zanzariere resistenti e durevoli nel tempo occorre optare sulla qualità, ma anche su una corretta manutenzione pulendole regolarmente con prodotti non particolarmente aggressivi (sgrassatore e spugna morbida). Se siete allergici allora scegliete la tipologia di rete antipolline.

FRANGISOLE

I sistemi di schermature frangisole aiutano a schermare efficacemente la nostra abitazione, nel periodo estivo, senza rinunciare ad un design ricercato ed elegante. Sono strutture, costituite da lamelle, poste sulle facciate degli edifici con l’obiettivo di proteggere gli ambienti interni dai raggi solari senza privarli di aria e luce.

Possono essere fatti in metallo, in cemento, in legno oppure in alluminio: sono un prodotto versatile le cui caratteristiche s’integrano armoniosamente con l’edificio. Non sono solo sinonimi di design ma anche di risparmio in termini di consumo energetico, limitando l’accesso dei raggi solari ed evitando l’innalzamento delle temperature in casa e questo eviterà l’uso prolungato di sistemi di climatizzazione con un conseguente risparmio in bolletta.

Funzioni e tipologie di frangisole

Oltre la funzione del controllo solare, dell’ombreggiamento e del comfort termico hanno anche una grande resistenza agli agenti atmosferici utili anche durante la stagione invernale per circoscrivere l’effetto del raffreddamento del vento.

I pannelli idei frangisole sono composti da lamelle che possono essere fisse oppure orientabili. Nel primo caso la loro posizione deve essere studiata in modo veramente accurato in funzione della posizione del sole nei diversi momenti del giorno.

Le lamelle devono essere opportunamente direzionate e inclinate per difendere efficacemente l’edificio: con uno studio attento potrete garantire il giusto comfort termico durante tutto l’anno. I sistemi mobili, invece, sono dotati di meccanismi (manuali o elettrici) che vi permetteranno di regolare l’ombreggiamento in modo ideale secondo le vostre esigenze.

Possono essere sistemi orizzontali oppure orizzontali: nel primo caso i pannelli sono maggiormente performanti nelle zone esposte a sud mentre i secondi si rivelano più efficienti nel caso di facciate esposte a est o ad ovest poiché consentono di riparare la casa dai bassi raggi del sole di mattina e di pomeriggio.

L’alluminio è la giusta scelta per realizzare i frangisole, dal design moderno e minimale, dal grande impatto visivo e dalle alte prestazioni in termini di efficienza. Leggeri ed adattabili si integrano armoniosamente con la facciata conferendo uno stile contemporaneo alla casa. Molto leggeri ma molto resistenti all’acqua, alla corrosione e ai raggi ultravioletti.

SERRAMENTI E INFISSI

La prima domanda che ci si fa è: qual è il miglior materiale per le finestre? Pvc, alluminio oppure il legno?

Ma prima di pensare al materiale bisogna soffermarsi sulle prestazioni che si vuole avere dalle proprie finestre. Se vivete in una zona di traffico elevato avrete esigenze di isolamento acustico, in campagna o in montagna di isolamento termico, al mare di anticorrosione.

Insomma, il luogo dove vanno installati i serramenti, il contesto abitativo in cui viviamo determineranno le caratteristiche prestazionali dei vostri nuovi serramenti.

Le prestazioni della finestra sono: la tenuta all’aria, all’acqua e al vento; l’isolamento termico; l’isolamento acustico; la sicurezza; la funzionalità. In inverno, per colpa degli spifferi, si disperde dalle finestre in media il 23% dell’energia normalmente utilizzata per riscaldare l’abitazione. Vuol dire buttare via ogni anno il 23% dei soldi della tua bolletta del gas. Questo valore di dispersione (trasmittanza) può essere ridotto a seconda del materiale con cui è realizzato il serramento e dal tipo di vetro utilizzato. Più basso è il valore della trasmittanza, maggiori saranno l’isolamento e il comfort abitativo e minori saranno le spese di riscaldamento e di raffreddamento della casa. Il rumore è una delle principali cause di stress, provoca danni alla salute e compromette la qualità della tua vita e del tuo riposo. Per proteggerti dai rumori fastidiosi devi scegliere finestre e vetri con alto valore d’isolamento acustico, il cui valore è espresso in decibel (dB). Più è alto questo valore maggiore sarà l’isolamento acustico e più serenamente dormirai durante la notte.

La posa in opera è più importante di quanto pensi: incide per il 70% sulle performance di un serramento. Stai buttando via i soldi se acquisti i migliori serramenti ma poi chi te li installa non fa un buon lavoro. Posare una finestra in modo scorretto permette la penetrazione di freddo, rumore e altri agenti atmosferici.

Scegliete sempre un’azienda certificata!

L’importanza di scegliere serramenti e infissi sicuri

La sicurezza è un altro aspetto importantissimo. I furti nelle case aumentano ogni anno e la maggior parte dei ladri entra forzando le finestre. Nessun serramento vi garantirà mai la certezza che un ladro non entri in casa vostra ma più è alta la classe antintrusione del serramento più impiega il ladro per entrare e più alte sono le probabilità che venga sentito.

Le finestre possono essere realizzate in varie forme, modelli, colori e personalizzazioni. Il serramento diventa un complemento d’arredo, integrandosi con la tua casa ed esprimendo la tua personalità. I serramenti sono una parte fondamentale delle abitazioni in quanto permettono il contatto tra l’esterno e l’interno assicurando l’ingresso di luce ed aria. In caso di costruzione o di ristrutturazione è quindi importante scegliere con attenzione i vostri nuovi infissi.

È fondamentale che i serramenti scelti assicurino una buona illuminazione, soprattutto nelle zone living come la cucina, le zone pasto ed il soggiorno. Magari prediligere profili sottili, minimali, che, soprattutto in situazioni di vani finestra piccoli, permetteranno un ingresso maggiore di luce.

Un altro fattore importante è la ventilazione. Il ricambio d’aria è fondamentale per mantenere l’ambiente salubre, far uscire l’anidride carbonica o gli odori generati dalla cottura dei cibi e prevenire la formazione di muffe.

State attenti anche alla tipologia di finestra e di porta che andrete ad installare e valutatela in base alla conformazione della stanza: battenti troppo larghi possono rappresentare un problema in ambienti piccoli e, al contrario, finestre piccole possono illuminare ed areare poco un ambiente molto grande. Le finestre e le porte balcone sono composte da vari elementi.

Il telaio è la parte più esterna e su questa sono presenti le guarnizioni che garantiranno la buona tenuta all’aria, all’acqua ed al rumore. Le ante vengono fissate al telaio tramite cerniere e rendono possibile l’apertura del serramento. I vetri si trovano all’interno delle ante e sono la parte più sensibile e i primi ad accusare la differenza di temperatura tra l’interno e l’esterno dell’abitazione.

Tipi di apertura degli infissi e normativa

Svariate sono anche le soluzioni d’apertura. La tipologia più comune ed utilizzata è a battente: è caratterizzata da una o più ante fissate al telaio con delle cerniere; hanno la chiusura posta al centro e si possono aprire lateralmente. Quelle a bilico invece sono formate da un’unica anta che non si apre lateralmente ma è fissata al telaio con dei perni che ne permettono l’apertura verticale, ideali nelle stanze dove c’è poco spazio. Le finestre scorrevoli sono adatte per le vetrate di grandi dimensioni.

Se abiti in un condominio il colore dell’esterno del serramento è vincolato dall’estetica dello stabile. Scegliete sempre serramenti marchiati CE (che prevedano la certificazione dei requisiti obbligatori regolamentati dalla normativa UNI EN 14351-1). I serramenti certificati possono durare quasi in eterno, ovviamente bisogna prendersene cura. Ogni anno dovresti contattare un tecnico specializzato per effettuare il “tagliando” del tuo serramento: il tecnico controllerà le parti che potrebbero usurarsi con il tempo e l’utilizzo, registrare la ferramenta e, eventualmente, sostituire alcuni pezzi usurati.

Serramenti in pvc Oknoplast

Sarebbe facile iniziare questa sezione dicendo che i serramenti in pvc sono economici. Vero, ogni giorno ci propongono serramenti in pvc sempre più economici ma non è la strada che vuole percorrere Delta Porte. Noi vogliamo la sicurezza di proporre un prodotto che non dia problemi ai nostri clienti attraverso una serie di servizi: puntualità nelle consegne, elevato standard qualitativo, continua ricerca e sviluppo del prodotto, prontezza nell’assistenza e nel servizio post-vendita, ecc.

Per questo, come abbiamo scelto Dierre leader nel settore della sicurezza, siamo diventati Premium Partner Oknoplast, leader nel settore dei serramenti in pvc. Basti pensare che producono 5000 finestre al giorno (una ogni 25 secondi, oltre 1.600.000 pezzi all’anno), hanno standard elevatissimi grazie a macchinari di ultima generazione e avanzati strumenti di controllo on-line, certificata q-zert (processo di produzione), ISO 9001:2008 (controllo e qualità) e certificato VOC (prodotti privi di sostanze tossiche), sono partner Casa Clima (il più importante Ente di Certificazione Energetica degli edifici) e tutti i prodotti sono corredati di certificato CE.

Hanno uno stabilimento interno per la produzione di vetrocamere basso emissive tra i più moderni d’Europa e sono dotati di un reparto di ricerca e sviluppo orientato alla progettazione di soluzioni sempre più performanti con sistemi brevettati.

I vantaggi di scegliere serramenti in pvc Oknoplast

Ricordatevi che state comprando un bene durevole e che il più delle volte è proprio vero il detto “chi meno spende più spende”. Una delle caratteristiche principali che contraddistingue i serramenti in pvc Oknoplast è l’impermeabilità: sono meno sensibili alle infiltrazioni d’acqua e al contempo resistono bene alle sollecitazioni del vento.

Non hanno bisogno di grande manutenzione e non sono particolarmente difficili da pulire. Sono ignifughe in quanto il pvc è un materiale auto-estinguente, che non alimenta le fiamme in caso di incendio. I profili che proponiamo sono ridotti e permettono di far entrare il 22% di luce in più nella tua abitazione.

I vetri sono esclusivamente vetrocamere con vetri extra-light, più trasparenti rispetto alle tradizionali lastre di vetro utilizzate per la produzione di vetrocamere e privi di piombo nocivo per la salute. La maniglia è collocata in posizione centrale anziché decentrata creando un’interazione armonica e simmetrica tra gli elementi.

L’opzione Colorfull permette di ottenere un realistico effetto legno anche sugli elementi interni della finestra, visibili quando le ante sono aperte. Insomma, siamo Partner di un’azienda che non si limita a produrre finestre: le inventa.

Serramenti in legno

I serramenti in legno, oltre a garantire ottime prestazioni, trasmettono una sensazione di benessere e di calore, hanno un colore caldo e la loro venatura è piacevole al tatto.

Iniziamo a sfatare un mito: le finestre in legno prodotte attualmente sono completamente diverse da quelle vendute qualche decina di anni fa. La tecnologia è cambiata notevolmente, si utilizzano apparecchiature più moderne, capaci di garantire standard qualitativi elevati e un’ottima durata. Il legno è sottoposto a processi di essiccatura che garantiscono la massima stabilità nel tempo.

La durata è uno dei problemi più sentiti dai consumatori che scelgono il più delle volte a materiali alternativi con la convinzione che questi durino più a lungo. In realtà questo dipende dalla loro qualità, pensate ai portali delle chiese o ai serramenti di palazzi storici che, dopo molti decenni, svolgono ancora la loro funzione egregiamente. L’uomo utilizza da secoli il legno come materiale da costruzione.

Perché scegliere i serramenti in legno?

Il legno viene protetto dagli agenti atmosferici tramite la verniciatura, realizzata con vernici ecologiche diluibili in acqua che non inquinano l’ambiente. Gli infissi in legno garantiscono parametri tecnici molto buoni grazie a particolari soluzioni costruttive ed all’utilizzo di vetrocamera sempre più performanti.

La trasmittanza termica dell’intera finestra assicura un livello di isolamento degno dell’edilizia passiva. Non ha bisogno di grandi manutenzioni ma al massimo di piccoli ripristini che, fatti nel modo corretto, non necessitano di grandi spese e di tanto tempo.

Inoltre, quasi il 100% della finestra in legno può essere riciclato e, in caso di mancato riciclaggio, va incontro ad un processo di biodegradazione naturale. Le finestre con forme atipiche sono realizzate più frequentemente in legno in quanto questo materiale garantisce una maggiore rigidità della costruzione.

Sono le finestre più ecosostenibili presenti sul mercato in quanto, nella maggior parte dei casi, sono realizzate con legni lamellari certificati provenienti da foreste a taglio controllato e ripiantumazione controllata. Scegliendo quindi un infisso in legno fate una scelta ecologica utilizzando una materia prima presente in natura.

Serramenti in legno Alluminio

Parliamo della fascia top di gamma dei serramenti. Si tratta di un serramento in legno con una copertura esterna in alluminio nel quale si fonde la bellezza del legno con la praticità dell’alluminio formando un serramento pratico, bello e molto resistente. Andiamo nel dettaglio. Il primo motivo di scelta è la bellezza, la naturalezza ed il calore che solo il vero legno può trasmettere al tatto, alla vista e all’olfatto.

Si tratta di serramenti altamente ecologici ed eco-sostenibili; l’isolamento termico è elevato, anche se varia in base alla tipologia di legno scelto (tenero o duro); hanno una durata nel tempo quasi eterna grazie alla parte esterna in alluminio che protegge in legno; non hanno bisogno di manutenzione, non occorrerà riverniciare le finestre come quelle solo in legno; non si raggiungono le dimensioni maxi dell’alluminio ma si possono realizzare infissi veramente importanti oppure con un effetto “tutto vetro”; possono essere realizzati in qualsiasi colorazione, verniciature e ossidazione con combinazioni di colori pressoché infinite per la parte esterna e verniciatura, poro aperto, legno naturale o spazzolatura per la parte interna in legno.

Qualità e lunga durata: i vantaggi dei serramenti in legno alluminio

Sono sicuramente molto costose ma se si divide il costo per la durata nel tempo degli infissi ci si rende conto che non è poi così costoso come sembra al primo impatto. È un investimento che si ripaga nel tempo. Nella scelta dovrete prestare molta attenzione a come vengono collegati i due materiali.

Avendo dilatazioni diverse occorre un sistema che garantisca il movimento del legno e dell’alluminio e che rimanga stabile nel tempo. Da Delta Porte potrete scegliere tra profili minimali, profili classici adatti a centri storici e ristrutturazioni di palazzi d’epoca, profili squadrati con alluminio complanare adatta per contesti moderni e la versione con anta e telaio complanare, cerniere a scomparsa, ferramenta antieffrazione e maniglia a scomparsa adatta per ambienti estremamente moderni.

Serramenti in alluminio Oknoplast

I serramenti in alluminio rappresentano l’incontro tra tradizione ed innovazione, sono capaci di conciliare design, resistenza, luminosità con eccezionali prestazioni di isolamento e di tenuta agli agenti atmosferici. L’alluminio si presta molto bene ad essere personalizzato in qualsiasi colorazione: tinte RAL, effetto legno e ossidati. Le colorazioni sono eseguite a polvere a fuoco a 180 gradi e si possono ottenere rese opache, lucide, semilucide ed effetto acciaio.

I serramenti in alluminio: una scelta ecologica e di valore

È un materiale leggero e flessibile, facile da lavorare e allo stesso tempo molto resistente e solido. Molto duttile, adatto ad essere piegato e lavorato per ottenere serramenti nelle forme più diverse. Di facile manutenzione in quanto basteranno pochi e semplici accorgimenti per mantenere intatte le qualità estetiche e funzionali dei serramenti, non sarà necessaria alcuna riverniciatura periodica ma solamente una pulizia con un panno e un detergente neutro.

È un materiale riciclabile al 100%. La formazione spontanea di uno strato di ossido, accentuata da alcuni trattamenti specifici, protegge i serramenti in alluminio rendendoli particolarmente resistenti alla corrosione. Grazie alla tecnologia del taglio termico gli infissi in alluminio garantiscono eccellenti risultati in termini di isolamento termico riducendo i fenomeni di condensa su finestre e porte nel periodo invernale e proteggendovi dal caldo in estate e dal freddo in inverno.

Sono anche eccellenti in materia di isolamento acustico e hanno un’ottima performance contro gli agenti atmosferici. Non rilasciano alcuna sostanza nociva e, grazie alle sue proprietà chimiche, si presentano ignifughi ed innocui anche in caso di surriscaldamento. Usando particolari accessori sono in grado di essere molto resistentiall’effrazione.

Sono infissi molto luminosi in quanto vengono utilizzati profili sempre più sottili, slim, minimali, dando un aspetto molto moderno alla vostra abitazione. Inoltre, è possibile realizzare vetrate di grandi dimensioni, difficili da realizzare con gli altri materiali, sia a battente sia scorrevoli.

PORTE BLINDATE

La porta blindata è il primo serramento della casa, quello che separa il mondo esterno dall’intimità della nostra famiglia. È un prodotto in continua evoluzione così tecnologicamente industrializzato che ci consente di proteggerci non solo dalle intrusioni indesiderate ma anche dai rumori, dal freddo e dal caldo e quindi è anche un elemento che favorisce il risparmio energetico.

Perché preferire una porta blindata industriale a una porta artigianale? Sicuramente per la sicurezza e la certezza di avere alle spalle un’azienda solida e forte che ci dia la sicurezza di avere un’assistenza ed un post-vendita. Per la durabilità del prodotto, per la tecnologia, frutto di una ricerca e sviluppo costante di una grande azienda, che non può essere paragonata al prodotto artigianale, e per il risparmio energetico.

Come per gli elettrodomestici… non scegliete quello che vi permette anche di consumare meno energia? La scelta dei materiali per la produzione delle porte blindate è fondamentale e permette di ridurre, ad esempio, il problema della corrosione attraverso l’uso di acciaio zincato a caldo per la costruzione della scocca. Altri elementi tecnologicamente avanzati sono le serrature, i rostri, i catenacci, le cerniere, ecc.

La scocca è il cuore della porta all’interno della quale ci sono svariati elementi che differiscono in base alla tipologia di porta blindate che scegliete . Ha subito diverse evoluzioni nel corso degli anni partendo da un concetto di mono lamiera, passando per la doppia lamiera, per arrivare oggi al “sandwich” studiato appositamente per migliorare il risparmio energetico e la sicurezza dell’antieffrazione.

Delta Porte è da sempre Partner Dierre, leader mondiale nella produzione delle porte blindate. Le certificazioni rilasciate sono garantite da enti esterni (IFT) e non, come nella maggior parte dei casi, autocertificazioni a fronte di un’omologa presa in un qualsiasi istituto di certificazione.

Per noi la vostra sicurezza è importante!

Come sono fatte le porte blindate?

Le porte blindate si compongono di una serie di elementi fondamentali. Vediamoli insieme.

Il controtelaio, è il punto di connessione tra il muro ed il telaio vero e proprio della porta, formato in acciaio zincato preverniciato per esterni colore testa di moro, realizzato in profila (spessore 18/10).

Il telaio costruito in acciaio zincato verniciato a polvere in poliestere per esterni colore testa di moro con guarnizione integrata colore nero, si fissa al controtelaio mediante viti speciali, è di fondamentale importanza per la sicurezza della porta blindata in quanto assicura l’unione tra l’anta ed il controtelaio formando un corpo unico solidale al muro.

Le cerniere Micron registrabili su 3 assi sono l’elemento in acciaio che viene fissato tra l’anta ed il telaio, sono collocate sul lato opposto della serratura e consentono il supporto e la rotazione dell’anta per la sua apertura.

La serratura è il cuore della porta blindata ed è il componente che abilita il movimento di apertura e chiusura dei catenacci: ogni porta blindata Dierre è dotata di serratura con la trappola, sia quelle a doppia mappa sia quelle a cilindro europeo che si bloccano in caso di manomissione.

Il cilindro è uno strumento composto da un corpo centrale che si muove e comanda il meccanismo della serratura, fondamentale per la sicurezza in quanto se il ladro riesce a rimuovere il cilindro la porta non ha più protezione: i cilindri della Dierre, il New Power ed il D-Up, sono cilindri europei di ultima generazione, modulari, anti bumping, forniti con tessera di proprietà e duplicabili sono presso i centri autorizzati Key Point Dierre.

Il defender è una borchia in acciaio temperato, che nella parte frontale ha una rondella antitrapano, che ha il compito di proteggere il cilindro da attacchi di scasso e di manipolazione che possono portare all’apertura forzata della serratura, bloccato a quest’ultima mediante viti passanti in acciaio e, a richiesta, possono essere conici (D-Fendy) in modo da evitare le manomissioni con il tubo Innocenti.

I catenacci sono quegli elementi che, comandati dalla serratura, si inseriscono nei fori predisposti nel telaio.

I pannelli, infine, sono gli elementi che determinano l’estetica della porta blindata, sia per interno sia per esterno, quando la porta blindata è esposta agli agenti atmosferici. In un condominio il pannello esterno è vincolato e deve essere il più possibile simile a quelli delle porte esistenti mentre il pannello interno e i relativi accessori possono essere personalizzati secondo i gusti e lo stile di arredamento dell’abitazione.

Abbiamo una doppia possibilità per quanto riguarda i pannelli delle porte blindate: potete scegliere tra la vasta gamma dei rivestimenti Dierre sempre più moderni e ricercati oppure personalizzarvi il pannello a vostro piacimento usufruendo della nostra falegnameria interna nella quale, in ogni caso, produciamo i kit imbotti, gli zoccolini e tutti i componenti artigianali che andranno a rifinire il vano muro intorno alla vostra nuova porta blindata.

I prezzi delle porte blindate

I prezzi delle porte blindate variano a seconda delle caratteristiche. Da poche centinaia di euro per le porte cantieristiche, adatte sia alla cantieristica sia agli alloggi a reddito, a qualche migliaio di euro per quelle altamente tecnologiche e personalizzate con pannelli ricercati oppure con parti vetrate sia all’interno della porta sia nella parte superiore (sopraluci) che ai fianchi (fiancoluci) della porta blindata.

Dierre fabbrica porte blindate da oltre 40 anni e nel nostro show room potrete trovare le loro gamma completa: porte blindate raso muro, con serratura elettronica, completamente domotiche, porte blindate ibride, porte blindate con serratura meccanica e porte blindate economiche con prezzi competitivi ma sempre dando un prodotto con standard qualitativi molto elevati.

TAPPARELLE AVVOLGIBILI

Sono una chiusura esterna composta da un insieme di stecche unite in modo flessibile tra di loro che scorrono in senso verticale all’interno di due guide. Servono per tutelare la propria privacy, per oscurare gli ambienti e per proteggere la propria abitazione.

Quali tipologie di avvolgibili esistono?

Esistono diverse tipologie di tapparelle: in pvc, in alluminio antigrandine, in acciaio fino ad arrivare a quelle blindate. Le tapparelle in pvc servono esclusivamente a proteggerci dagli sguardi indiscreti, soprattutto nelle grandi città dove gli spazi sono angusti e i palazzi molto vicino tra loro, ma è sicuramente il materiale meno adatto a proteggere la casa dal freddo, dai furti e dalle effrazioni.

Il pvc, nella produzione delle tapparelle, è infatti un materiale poco adatto all’isolamento termico ed è poco resistente: le tapparelle possono essere facilmente scardinate dalle guide oppure essere tagliate con strumenti appuntiti o affilati.

Altro discorso si deve fare per quanto riguarda quelle in alluminio. Sono completamente riciclabili e hanno delle caratteristiche davvero straordinarie. Resistenti alle intemperie e agli agenti atmosferici, sono verniciate con sostanze che hanno un’ottima resistenza ai raggi del sole e all’usura del tempo. Particolari tecniche di verniciatura riescono a riprodurre sulle tapparelle in alluminio anche un effetto legno molto realistico e sono molto leggere quindi facilmente manovrabili con i sistemi ad argano e a cinghia.

Tapparelle avvolgibili Torino

L’unica pecca è quella di avere un ridotto potere isolante, ma per risolvere questo problema sono state inventate le tapparelle in alluminio coibentato: utilizzando due profili di alluminio sovrapposti nel cui interno viene iniettato poliuretano espanso ad alta densità. Questo sistema garantisce protezione dal calore in estate ed è in grado di trattenere il calore all’interno della casa nella stagione invernale.

Ma tutti questi prodotti sopra elencati non riescono a risolvere il problema della sicurezza. Ormai i ladri entrano più dalle finestre che dalla porta blindata. Scardinare una tapparella in pvc o in alluminio è semplicissimo. Per questo scopo esistono le tapparelle in acciaio. Sono molto più pesanti dei normali avvolgibili ed è per questo che sono dotate di appositi rulli, contenuti in cassonetti e guide speciali. La loro pesantezza ne compromette la manovrabilità ed è per questo che è opportuno utilizzare un sistema di sollevamento a motore che può essere comandato da radiocomandi oppure collegato alla domotica di casa permettendo la contemporanea chiusura/apertura di tutti gli avvolgibili della casa.

 

PORTE PER GARAGE

La porta per il vostro garage va scelta in modo che unisca la massima funzionalità ed un certo prestigio, che sia sicura e che abbia stile e dia l’idea di solidità.

Poter scegliere: Delta porte vi offre la possibilità di combinare finiture, materiali, dettagli e aperture che si abbinino meglio alle vostre esigenze.

La nostra gamma propone:

  • sezionali
  • basculanti
  • sezionali con il manto dei sezionali
  • basculanti in acciaio o rivestiti in legno in classe 2 antintrusione
  • sezionali industriali
  • sezionali orizzontali
  • serrande

I BASCULANTI

Sono tra i sistemi di chiusura più diffusi per i garage. L’apertura di questo serramento è un gesto che compiamo più volte al giorno e che, in determinate occasioni, può rivelarsi scomodo e fastidioso.

Come funzionano? I portoni basculanti sono serrande che, grazie all’azione di molle o contrappesi posizionati ai lati della struttura, possono essere sollevate con estrema facilità e fluidità.

È una delle migliori soluzioni in alternativa al cancello o al portone a battente, con il vantaggio che richiede pochissimo spazio per l’apertura del portone: per le tipologie debordanti viene spinto in avanti solo di un terzo della sua altezza mentre le soluzioni non debordanti rappresentando un enorme guadagno in termini di spazio.

In quali casi sono indicati i basculanti?

Sono l’ideale non solo per le abitazioni private, ma anche per i box auto condominiali che sono uno vicino all’altro e sono racchiusi in uno spazio limitato. Ci sono stati molteplici cambiamenti in questo settore anche dal punto di vista dei materiali: inizialmente si usava esclusivamente lamiera, oggi si fa un ampio utilizzo anche di acciaio e legno con una variegata gamma di finiture. Possono essere coibentati e perfino certificati antintrusione. Molteplici anche le personalizzazioni disponibili come le portine pedonali, le finestrature, serrature di sicurezza, sensori di allarme e fotocellule, ecc. Tutto quello appena descritto può essere portato all’estrema comodità, si può installare la motorizzazione: tra l’aprire manualmente una vecchia serranda e farlo schiacciando un tasto su un telecomando c’è una gran bella differenza, soprattutto nel caso in cui questi siano costruiti con materiali molto pesanti o siano particolarmente grandi.

Affidarsi ad un’azienda competente, esperta ed aggiornata sugli sviluppi del settore consente di offrire un sistema porta che sia adatto alle diverse esigenze e che risponda anche alle normative vigenti. Delta Porte commercializza prodotti Perego, del gruppo Dierre, e propone una vasta scelta in materia.

I SEZIONALI

Questa tipologia di chiusura per garage prende il nome dalla sua struttura che è divisa in sezioni orizzontali che, in fase di apertura, si solleva verso il soffitto rimanendovi parallela. Le sezioni sono formate da pannelli alti 500 mm. coibentati con schiuma poliuretanica sovrapposti ed incernierati fra loro, che si muovono parallelamente al soffitto mediante rotelle che scorrono in apposite guide laterali.

È sostenuto da un gruppo di molle di bilanciamento poste in architrave, adatte a rendere l’apertura e la chiusura estremamente facile e leggera. Può essere manuale o motorizzato e questa serve per evitare all’utente l’azionamento manuale e non sostituisce l’azione delle molle di bilanciamento.

I vantaggi del meccanismo dei sezionali

Il meccanismo dei sezionali è più intelligente di quello dei basculanti perché ne elimina il difetto principale: oscillando, inclinandosi e debordando verso l’esterno in fase di apertura e chiusura, richiedono più cautela da parte di chi li aziona, rubano più spazio dentro il box e richiedono manovre più complicate con l’auto.

I portoni sezionali, invece, aprendosi verticalmente e scorrendo verso l’altro su guide parallele alla parete, a fine corsa si posizionano parallelamente al soffitto. È una soluzione che sfrutta al massimo lo spazio disponibile lasciando libera l’area antistante il portone.

Inoltre, grazie alle guarnizioni perimetrali termo-acustiche, il portone risulta ben isolato, soluzione quindi molto apprezzata anche in ambiti industriali, specialmente se rumorosi.

Il consiglio è di affidarsi ai suggerimenti dello staff di una ditta specializzata non solo per usufruire di prodotti di qualità, ma anche per identificare la soluzione più appropriata a seconda della situazione e del contesto con cui si ha a che fare, sia esso commerciale che abitativo. Delta Porte commercializza prodotti Perego, del gruppo Dierre, e propone una vasta scelta in materia.