Infissi di sicurezza a Torino: misura quanto e come proteggere casa tua

Gli infissi di sicurezza “blindano” realmente la tua casa? Bastano gli infissi di sicurezza per tenere al sicuro la tua casa e chi la abita, in una città come Torino?

In un certo senso, sì. Ma i semplici serramenti non sono l’unico elemento su cui puntare l’attenzione. La sicurezza della tua abitazione a Torino, infatti, dipende molto dalle classi antieffrazione scelte per i tuoi infissi.

Se non sei esperto o esperta e vuoi saperne di più, questo articolo può essere per te una mini guida che va dritta al punto e ti aiuta a scoprire quanto è sicura la tua casa. Oppure, può guidarti a scegliere gli infissi di sicurezza a Torino migliori per la tua casa, perché sia sempre sicura e a prova di malintenzionato!

Infissi di sicurezza a Torino: parti dalle classi antieffrazione

Gli infissi sono ridistribuiti in classi antieffrazione, in base al grado di sicurezza che possono garantire. In base a questo, puoi già farti un’idea di quale classe è più opportuno scegliere in base alle tue esigenze.

Le 6 classi antieffrazione per la sicurezza di case, appartamenti e immobili

Gli infissi di sicurezza sono suddivisi in 6 grandi classi antieffrazione, che vanno da 0 (che corrisponde a un prodotto non testato) a 6 (la classe massima di sicurezza). 

Ovviamente, il grado di sicurezza corrisponde alla progressiva del numero. Ciascun infisso, dunque, è testato per una determinata classe antieffrazione, di cui deve esaudire tutti i requisiti.

Bisogna comunque tenere a mente che le classi antieffrazione sono valide per tutti i sistemi di sicurezza apribili, come ad esempio gli infissi, le inferriate, le tapparelle, le persiane e le porte blindate. Tutte queste tipologie di serramento vengono testate, e in base alle modalità con cui superano la prova vengono catalogate all’interno di una determinata classe antieffrazione in una scala che va da 0 a 6.

Antieffrazione infissi Torino: i test da superare per essere considerati infissi di sicurezza

Il test di antieffrazione infissi viene effettuato da un istituto notificato, in cui tecnici esperti studiano il manufatto prima di sottoporlo ad azioni di antieffrazione vere e proprie.

Più la classe antieffrazione è alta e maggiormente potenti saranno gli attrezzi utilizzati per eseguire il test.

Se un infisso viene classificato in classe 0, vuol dire che non è stato testato o che non ha resistito a nessuna delle prove, neanche a quelle più “soft”.

Vediamo, ora, nel dettaglio le classi antieffrazione degli infissi di sicurezza.

Classe antieffrazione 1

Gli infissi di sicurezza classificati in classe antieffrazione 1 sono chiamati a resistere a determinati attacchi manuali quali – ad esempio – calci o spallate.

La prova viene effettuata senza attrezzi specifici, ma soltanto con la forza bruta di chi è chiamato a effettuare il test. 

Il test viene effettuato senza un limite di tempo, ma la forza manuale viene impiegata a lungo e a più riprese. Un infisso che non rispecchia i requisiti di sicurezza – anche minimi – è molto facile da aprire a spallate.

Classe antieffrazione 2

Nella classe antieffrazione 2, il tempo effettivo del test corrisponde a un tentativo di effrazione di 3 minuti. La prova totale dura molto di più e parlare di tempo effettivo vuol dire riferirsi precisamente ai minuti in cui chi effettua il test deve tentare di scassinare l’infisso.

Il test viene effettuato con cacciaviti, martellini e altri attrezzi, ed è soggetto a misurazione cronometrata. Tre minuti possono sembrare pochi, ma in realtà non è così perché il ladro – di media – decide se proseguire il furto tra i 2 e i 3 minuti, come dimostrano le statistiche dalla Polizia Italiana. 

Gli infissi di sicurezza in classe antieffrazione 2 sono indicati per gli edifici residenziali, quindi per le abitazioni private che necessitano di un grado di protezione ragguardevole.

Classe antieffrazione 3

Il test che certifica gli infissi di sicurezza in classe 3 prevede che il tempo totale della prova sia di 5 minuti e che gli attrezzi utilizzati siano più potenti di quelli utilizzati per le prove minori. Non ci sono più i cacciaviti, ma si utilizzano ad esempio dei piedi di porco. 

Il piede di porco è uno strumento in acciaio temprato molto resistente, capace di fare leva in maniera molto energica e scardinare chiusure in molte circostante. Quindi, 5 minuti sotto l’azione di un piede di porco è davvero un test attendibile per testare la sicurezza di un infisso! 

Oltre al piede di porco, comunque, si utilizzano anche un martello di ferro più grande e altri utensili, con i quali si sottopone il serramento a una prova più lunga. 

La classe antieffrazione 3 è una classe medio-elevata, quindi adatta quando la richiesta di sicurezza è molto alta, perfetta per un ambito residenziale, magari una villa più prestigiosa che sia un po’ più appetibile per il potenziale malintenzionato.

Classe antieffrazione 4

Gli infissi di sicurezza appartenenti alla classe antieffrazione 4 sono consigliati in casi particolari, come ad esempio ville isolate o immobili che richiedono un grado di sicurezza decisamente sopra la media.

La prova effettiva in cui il presunto ladro deve tentare l’effrazione dura 10 minuti effettivi, ma il totale della prova arriva anche fino a 30 minuti.

Rispetto alle classi antieffrazione minori, per questo test si utilizzano attrezzi ancora più potenti: parliamo di utensili elettrici, martelli molto grandi, tenaglie, incisori da taglio, quindi un’attrezzatura davvero da professionisti dello scasso.

La classe antieffrazione 4 comporta un esborso economico molto sostanzioso, ma (ovviamente) offre un grado di protezione sopra la media per esigenze altrettanto sopra la media.

Classi antieffrazione 5 e 6

Infine, eccoci alle classi antieffrazione che garantiscono il grado massimo di sicurezza, la 5 e la 6.

Gli infissi di sicurezza appartenenti a queste due classi sono adatte a immobili che richiedono un particolare grado di difesa. Penso, ad esempio, a edifici governativi di particolare importanza o siti di grande interesse storico, artistico e appartenenti al patrimonio nazionale.

Ti faccio un esempio che magari ti sorprenderà: neanche le banche montano infissi di sicurezza di classe 4. Oggi le banche scelgono serramenti appartenenti alle classi 2 e 3. Questo indica, tra le altre cose, che tali infissi sono comunque molto sicuri e che i testi svolti sono affidabili.

Ovviamente, le eccezioni si sono sempre.

In generale, possiamo comunque dire che gli infissi iscritte nelle classi antieffrazione 5 e 6 si installano nelle ambasciate e nei posti dove sussiste un rischio elevato, come un’armeria. Oltre che in alcune banche.

Insomma, per un’abitazione tali infissi sono davvero un po’ troppo!

Per quanto riguarda il test da superare, nella classe 5 il tempo della prova è di 15 minuti. 

Tra gli attrezzi utilizzati: da taglio, elettrici, con mole di diametro più grande.

Nel test della classe 6 si utilizza il disco del flessibile e la mola con il disco da 160 o 220. Strumenti, quindi, estremamente taglienti e pericolosi.

Per la classe antieffrazione 6, infine, la prova è di 20 minuti.

Infissi di sicurezza a Torino: vietato “arrangiarsi”!

Ora che hai un quadro più chiaro e anche più professionale di cosa significhi “serramenti sicuri”, puoi scegliere sicuramente con più serenità e avere una maggiore possibilità di proteggere bene la tua casa.

Il consiglio migliore che possiamo darti – se abiti a Torino – è quello di non cercare soluzioni “arrangiate”, perché la sicurezza della tua casa (e quindi della tua famiglia) può dipendere in molti casi da questo.

Inoltre, non soffermarti solo sui dettagli estetici, ma vai più a fondo. Le caratteristiche da valutare sono molteplici e tutte hanno una grande importanza per ottenere un ottimo risultato in termini di sicurezza antieffrazione.

In genere, chi ti offre soluzioni di sicurezza può (e deve) assicurarti anche delle garanzie, che non si basano solo sulle schede tecniche degli infissi, ma anche da un metodo di lavoro applicato alla scelta, installazione e assistenza per gli infissi.

Perché anche in caso di infissi di sicurezza è necessario pianificare il miglior intervento da fare caso per caso.

In Delta Porte, grazie al nostro metodo Obiettivo Casa, ti garantiamo il risultato proprio perché lo pianifichiamo in base alle tue specifiche esigenze, per massimizzare le prestazioni del serramento che sceglierai.

Vieni a trovarci in Corso Casale 227, oppure clicca qui e scopri come metterti in contatto con noi.

Ai tuoi prossimi serramenti super sicuri!

Oppure condividi l'articolo sui social:
Facebook
LinkedIn
Twitter

Prenota ora il tuo appuntamento per essere meglio seguito dal nostro staff

Ci siamo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 19:00
il sabato dalle 09:00 alle 13:00

Modalità appuntamento*
Il tuo Nome e Cognome*
Telefono*
La tua migliore email*
Privacy*